130 anni di Proloco

130 anni di Proloco

Nell'ultimo fine settimana di maggio si sono riunite a Pieve Tesino le rappresentanze di tutte le Pro loco d'Italia per celebrare la nascita della loro progenitrice, la Società per l'abbellimento del Colle di San Sebastiano. Il fenomeno del volontariato turistico approda alle terre che oggi fanno parte dell'Italia nel 1881 e ad importare l'idea è un nativo di Pieve che dopo lunghe permanenze all'estero si chiede perché anche a Pieve Tesino non possa nascere qualche forma di turismo. Pietro (francesizzato Pierre) Pellizzaro, aveva probabilmente visto che la borghesia dei paesi che circondavano le Alpi iniziava a scegliere la montagna come meta per il relax e come alternativa alla calura estiva. Non solo, iniziava l'alpinismo come passatempo preferito di conti e baroni, attività proibita dai nonni locali perché divertente ma allo stesso tempo inutile, improduttiva e pericolosa, non a caso le cime e i nevai portavano di solito nomi inquietanti.

E quindi le Pro Loco tornano, in media ogni dieci anni, a ricordare la storia e le proprie origini, a tentare confronti fantasiosi con la loro stirpe, a chiedersi per quale motivo si dovessero piantare gli alberi sul brullo colle di San Sebastiano. E questo hanno fatto sabato mattina quando si sono impegnate in un convegno tutto particolare, che non aveva esperti se non i diretti protagonisti delle stesse Pro Loco, lì a confrontarsi sui temi che gli sembravano più cari. Il pomeriggio del sabato ha invece riunito l'associazionismo di Pieve per le celebrazioni ufficiali che hanno impegnato i rappresentanti delle maggiori istituzioni del Trentino, per citarne solo alcuni potremmo nominare la Provincia, il Consorzio dei Comuni, il Consiglio Regionale.

Due parole vanno spese per chiarire che cosa rappresenta oggi questo avvenimento per le Pro Loco del Trentino, per i loro Consorzi e per la loro Federazione a nome della quale scrivo. Festeggiare 130 anni di un movimento è un motivo di orgoglio, sono poche le cose che durano così a lungo. Noi delle Pro Loco crediamo che impegnarsi in questo tipo di attività sia qualche cosa di semplicemente molto umano, crediamo che lo facciano le persone che hanno voglia di esprimere la propria presenza su un territorio, di modificarlo per renderlo più vivibile e più 'bello'. Il termine 'abbellimento' non vuole significare una semplice operazione di marketing, è nel profondo un'azione umana, l'espressione un desiderio di cambiare il posto in cui viviamo, di provare a renderlo più interessante per i visitatori, e quindi, in prima persona per noi stessi!

Questo è proprio il punto di forza delle Pro Loco in generale, il loro profondo legame con il territorio in cui vivono, con le persone che quotidianamente sono impegnate a viverlo e a farlo vivere. È una capacità di relazione e di attivazione che tutti i invidiano, fondata su un contratto implicito di fiducia. Non esiste retribuzione economica in questo tipo di accordo, esiste una retribuzione in termini di soddisfazione per quello che si riesce a fare. Questo tipo di retribuzione è dilazionato nel tempo, non è uno scambio in cui fisso i termini della questione, quanto e quando, è un contratto che si basa sulla fiducia nel fatto che avrò qualche tipo di soddisfazione nel tempo, io e tutti gli altri insieme. Questa è la cosa tanto misteriosa quanto evidente: chi lavora in una Pro Loco lo fa perché vuole qualche cosa di buono, non lo vuole solo per sé, perché il mondo ti fa già stare da solo per il resto del tempo, vuole goderne tutti insieme, anche con chi per quella volta non ci ha messo uno straccio di fatica.

Vorrei chiudere ringraziando la Pro Loco di Pieve Tesino per aver accettato di organizzare un compleanno così impegnativo, con così tanti invitati e in particolare vorrei complimentarmi con Stefania Buffa, l'assessore del Comune di Pieve, per l'eccellente lavoro svolto: Stefania ha dimostrato che per dedicarsi al futuro della propria collettività ci sono tanti modi, la Pro Loco, il Comune, l'associazionismo in genere e chissà quanti e quali altri modi.
Il direttore della Federazione Trentina delle Pro Loco e loro Consorzi
dott. Ivo Povinelli

Venerdì, 10 Giugno 2016

© 2017 Comune di Pieve Tesino powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl