La località

Pieve Tesino si trova a 52 km da Trento, capoluogo della Provincia Autonoma di Trento e sede del "Castello del Buonconsiglio" (Concilio di Trento).

Il paese è allungato sulle falde meridionali del cono selvoso del monte Silana che lo difende dai venti del nord. Ai suoi piedi si allarga la bellissima conca tesina con le sue interessanti colline moreniche (Col Danè dove ora si trova il campo da golf). Pieve, così detto perchè da immemorabile data fu sede della Chiesa Pievana della Valle, si apre a ventaglio ai piedi del Bosco di Santa Maria, ed è disposto su brevi terrazzamenti collegati tra loro da strade trasversali selciate ancora in parte dai "ciottolini" raccolti nel greto del vicino torrente Grigno (affluente del Brenta), e nella parte alta, da ardite scalinate in granite. Nonostante fosse stata zona di confine durante la prima guerra mondiale, e quindi in parte danneggiato dagli eventi bellici dell'epoca, conserva ancora la testimonianza del suo intenso illustre passato negli edifici e nei portali, che risalgono persino al quattrocento.

Era divisa in quattro rioni, detti Colmelli:

  • dei Broccati (dalla Forcella al Museo De Gasperi)
  • di Riba (dal Museo De Gasperi alla chiesa Arcipretale)
  • di Angara (dal Museo De Gaperi verso Cinte)
  • di Grotto (dal centro del paese verso Castello)

La Pro Loco di Pieve Tesino si è costituita, quale prima Pro Loco d'Italia, nell'anno 1881. Nasce come "...una Società per l'imboscamento e l'abbellimento del grazioso colle di S. Sebastiano, da molti anni affatto deserto, brullo e sterile del tutto".

Il primo stemma ufficiale, in uso ancor oggi, è stato realizzato nel 1981, in occasione del centenario di fondazione. Su uno sfondo azzurro, rappresentante il cielo limpido e terso, si trova la montagna fruibile come luogo di villeggiatura in ogni stagione.

D'estate si ha la possibilità di lunghe e amene passeggiate nel verde dei boschi e dei pascoli soleggiati, villeggiando in appartamento o nei campeggi. Le piste da mountain bike, le passeggiate ed il campo da golf, immersi nel verde dell'altopiano, sono l'ideale complemento per vivere la natura a misura d'uomo, lontani dagli eccessi e dalla nevrosi delle città. Chi invece ama l'alta montagna e le lunghe camminate, deve assolutamente provare la salita al rifugio "O Brentari" nel massiccio di Cima d'Asta.

D'inverno, invece, si ha la possibilità di sciare sulle piste del Passo Brocon, dove, i nuovi impianti di risalita e le nuove piste, danno un impulso al turismo invernale della zona. Chi ama l'arrampicata su ghiaccio o lo sci d'alpinismo non può evitare di fare una scalata in Malga Sorgazza, punto di partenza per diverse cascate di ghiaccio.
Ritornando allo stemma della Pro Loco, vi si trova inciso anche lo stemma del Comune di Pieve Tesino, con tre torri svettanti su tre colli, simbolo delle tre Comunità del Tesino, anticamente raggruppate nella Parrocchia di Pieve. Tale stemma sta a significare la partecipazione dell'Amministrazione Comunale nella vita e nelle decisioni della Pro Loco, del cui direttivo il Sindaco fa parte di diritto.

Le attività della Pro Loco si estrinsecano nell'apertura di un ufficio per informazioni turistiche, da alcuni anni supportata economicamente dalla partecipazione dell'Azienda per il Turismo "Valsugana - Lagorai-Terme-Laghi". Inoltre si occupa dell'organizzazione di diverse manifestazioni di intrattenimento, culturali e sportive in collaborazioni con le varie realtà associative del paese, soprattutto nei periodi di maggior affluenza turistica (luglio-agosto/dicembre-gennaio). Tra le manifestazioni culturali vanno ricordate le serate dedicate ai balli folklostici del Gruppo Folk di Pieve ed ai concerti della Banda Sociale, affiancate a quelle dedicate alle stampe antiche. Tali stampe furono commercializzate dai Tesini fin dalla metà del '600 in tutta Europa, dove fondarono, nelle più importanti capitali Europee, anche diversi negozi e case editrici, che permisero ai nostri emigranti di riportare in patria ricchezza in denaro, cultura ed apertura mentale. Fu proprio grazie a questi nuovi stili di vita che, nel 1881 si fondò la Pro Loco e nel 1882, si costituì una Società Per Azioni per la costruzione dell'Albergo Tesino. Il primo presidente della neonata Pro Loco fu Pietro Pellizzaro, commerciante di stampe a Besancon, in Francia, che, dopo aver ceduto l'azienda, era tornato a Pieve per trascorrervi il meritato riposo.

Martedì, 07 Giugno 2016

© 2017 Comune di Pieve Tesino powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl